La Chitarra Francese

Si tratta della normale chitarra acustica con le tipiche sei corde, tre gravi e tre acute. La chitarra francese (o classica) si compone di due parti principali: il manico, su cui si trova la tastiera e che termina con la paletta, la quale ospita le meccaniche per l’accordatura, e la cassa di risonanza, fatta in legno, con una buca centrale, che serve ad amplificare il suono prodotto dalle corde.
Viene arpeggiata soprattutto sui bassi per compensare la mancanza di suoni gravi della battete, o suonata a corde intere. Può svolgere di volta in volta il ruolo di basso, controcanto e accompagnamento.
Con l’introduzione della chitarra francese nella musica popolare del Gargano, si producono punti di contatto con la musica colta che permettono lo sviluppo di una serie di innovazioni nello stile tradizionale arcaico, grazie alla maggiore flessibilitĂ  armonica del cordofono. In passato era utilizzata esclusivamente la tecnica a pizzico sulla chitarra, sostenendo che furono alcuni pastori che iniziarono a lavorare pezzi di osso da utilizzare come plettri. TORNA AGLI STRUMENTI