Rocco Cozzola non c’è più: era il più anziano costruttore di chitarre battenti del Gargano

Rocco Cozzola non c’è più: era il più anziano costruttore di chitarre battenti del Gargano

Lascia un grande vuoto nella musica popolare del Gargano

Ci ha lasciati all’età di 87 anni: era il più anziano costruttore di chitarre battenti del Gargano. Erede storico del papà Francesco Paolo, detto “Fascianédde”, catarraro storico carpinese, che a sua volta aveva imparato il mestiere da Domenico D’Addetta, da tutti conosciuto come “Spulepettone”. E dal papà, Rocco aveva fatto sua anche la tecnica esecutiva e l’accompagnamento dei canti. Il suo sguardo, i suoi occhi hanno accompagnato la vita del nostro gruppo negli ultimi decenni.
La sua liuteria di Carpino era meta di appassionati e amici. “In tanti vengono nella mia bottega per imparare come costruire una chitarra battente – diceva alla “Gazzetta del Mezzogiorno” anni fa in una intervista rilasciata al nostro Antonio D’Amico a margine di una mostra svoltasi a Foggia – ma nessuno vuole fare sacrifici e imparare. Vogliono guadagnare facile, con questo lavoro non si può”.