I Cantori di Carpino al Festival Cinematografico di Salisburgo

I Cantori di Carpino al Festival Cinematografico di Salisburgo

Sina Moser a Carpino

Ci saranno anche i Cantori di Carpino al Festival Cinematografico di Salisburgo, nella settimana dedicata al cinema italiano, in programma dal 4 al 15 novembre 2017.
I Cantori di Carpino, ambasciatori della musica popolare pugliese, sono tra i protagonisti di “Storie di tarantella dalla Puglia”, il docu-film della regista austriaca Sina Moser che sarà presentato proprio alla prossima edizione del Festival in programma il 7 novembre 2017 alle ore 18.30 al Das Kino di Salisburgo, Nella primavera scorsa, la Moser si recò proprio sul Gargano per girare alcune riprese sulla musica e la danza della tarantella carpinese con “attori” i musicisti e i danzatori dei Cantori. Il tutto nella bellissima location sul lago di Varano.
La trasferta di Salisburgo rappresenta per i Cantori di Carpino, unici e autentici eredi della tradizione dei maestri Andrea Sacco, Antonio Piccininno e Antonio Maccarone, un’occasione speciale per proporre al pubblico austriaco a ai numerosi italiani residenti in Austria, ma anche a critici cinematografici e musicali di tutto il mondo, angoli di musica tradizionale del nostro Gargano. Melodie raffinatissime e testi che si innestano a ritmo della chitarra battente, strumento che riesce ad evocare i magici scenari di tempi ormai lontani scandendoli con le sonorità che rimandano all’attuale musica etnica. «Un riconoscimento per il lavoro di ricerca effettuato dalla nostra Associazione – commenta Nicola Gentile, leader dei “Cantori” – ma anche un grande momento di promozione e valorizzazione della cultura popolare del Gargano in un contesto importante qual è il Festival del cinema di Salisburgo. Si scrive un’altra pagina della nostra storia, quella che affonda le sue origini nella tradizione orale e scritta della nostra gente».

LA SCHEDA DEL FILM NELLA PRESENTAZION DEL FESTIVAL: “Il film presenta varie forme di Pizzica in Puglia. Dalla Notte della Taranta, che ha reso famosa la (Neo)Pizzica, si passa alla Notte di San Rocco salentina con la Pizzica-Scherma e i Tamburellisti di Torrepaduli, alle originali interpretazioni degli Uaragniaun nella Murgia Barese e ai sonetti dei Cantori di Carpino nel Gargano. Riprese storiche anni 60′ documentano danze e guarigioni di contadine pugliesi morse dalla tarantola”.

In programmazione anche i film di Marco Bellocchio (“Fai bei sogni”), Cristina Comencini (Latin lover”), Sydney Sibilia (“Smetto quando voglio”), Claudio Caligari (“Non essere cattivo” e Giuseppe Piccioni (“Il rosso e il blu”).